Da giugno 2015 entrata in vigore, anche in Italia, la nuova normativa sui Cookie e sulla Privacy

 

Secondo le disposizioni di legge, questo sito tenuto ad informarti che fa uso di cookie tecnici e/o cookie di terze parti non direttamente gestiti dal titolare del sito. possibile consultare l'informativa estesa per maggiori informazioni. Proseguendo nella navigazione o cliccando sul pulsante di accettazione acconsentirai all'installazione dei cookie.


NON Accetto               Accetto



 IL Monte Reale   situato all'estrema propaggine occidentale del Parco Naturale Regionale dell'Antola, sullo spartiacque  tra la Val Vobbia e la Valle Scrivia. Il Monte Reale domina a Nord Isola del Cantone e la Valle Vobbia, a Sud Ronco Scrivia(GE) e la ValleScrivia.

Il Monte Reale sicuramente il monte pi "panoramico" dell'intera ValleScrivia, frequentato, in ogni periodo dell’anno, da tantissimi appassionati della montagna.  Per gli amanti del  trekking la salita una bella escursione  nella natura, facile ed alla portata di tutti, bambini compresi. 

In vetta nei sec. XI-XIII sorgeva un'importante castello da tempo scomparso, tra  il 1858 e il 1868 f eretto l'attuale Santuario, dedicato a N.S. di Loreto, di notevoli dimensioni e ben proporzionato nelle forme. Adiacente la chiesa si trova un ampio rifugio incustodito, ottimamente attrezzato e sempre aperto a tutti. Nuova la zona notte con 8 confortevoli posti letto. Dal Monte Reale si gode di uno splendido panorama, lo sguardo spazia a 360  dall'Antola ai monti e mare di Genova, alle Alpi marittime M.Bianco, M.Rosa, fino alle dolomiti dell'Adamello e del Brenta. Nei giorni limpidi , nel tratto di mare compreso tra i forti di Genova e il monte Fasce, si pu scorgere la Corsica anche ad occhio nudo. La flora e la fauna sono ricche e diversificate, nei prati e nei boschi splendide fioriture di specie anche rare e nel periodo estivo moltissime farfalle variopinte. Facile incontrare scoiattoli oltre a molte specie di uccelli tra cui il falco pellegrino. Molto diffuso il cinghiale, il daino e il  capriolo.