Monte Reale
 
 
 
 
Santuario N.S. di Loreto 
 
  Nell'anno 1858 furono iniziati i lavori di riedificazione della cappella di Monte Reale, dedicata a N.S. di Loreto, sulle fondamenta di quella costruita precedentemente(1836) e giÓ completata nelle strutture perimetrali.
  Il promotore principale di quest'opera fu il sig. Giuseppe Balbi che la votava sul punto di morte, come risulta dal suo testamento.
 
 
 
  Accolte con entusiasmo le sue ultime volontÓ, gli abitanti di Ronco e di Isola del Cantone, con a capo Narciso Balbi esecutore testamentario, nei giorni festivi trasportarono sul monte calce, mattoni, pietre, legname, rendendo possibile la costruzione del santuario.
  Un altro impulso alla continuazione dei lavori venne dai Padri della Missione di Fassolo venuti a Ronco nel dicembre del 1858, che esortarono a completare quella "santa opera".
  L'insorgere della guerra tra Piemonte e Francia contro l'Austria, provoc˛ l'interruzione dei lavori che ripresero a guerra terminata per essere ultimati nel 1868.
  La cappella di notevoli dimensioni e ben proporzionata, conserva sopra l'unico altare una  bellissima statua in marmo  donata dal sig. Giuseppe Guglielmini in occasione dell'inaugurazione nel 1868.
  Nell'anno 1900 si resero necessari impegnativi lavori di restauro al campanile, al tetto della chiesa e parte dell'attuale rifugio nonchŔ opere di consolidamento alla struttura.
 
  Nel secondo dopoguerra notevoli interventi al tetto della chiesa con rifacimento di parte della volta e copertura esterna.
  Pochi anni fa (2003) un grave incendio, provocato da un fulmine,devast˛ l'interno della chiesa  con ingenti danni agli arredi e alle opere murarie.
  Fu necessario un pesante intervento di restauro, consolidamento e abbellimento; lavori resi possibile per l'impegno e l'operositÓ di un gruppo di amici che hanno a cuore la sorte del monte.
  Sono gli "Amici di Montereale" che, nel tempo libero e gratuitamente, si trasformano in muratori, imbianchini, carpentieri......
 
bibliografia: Lorenzo Tacchella - "Ronco Scrivia nella storia"  - Tip.: Salvatore Rossi  Tortona 1950